Successo e partecipazione all’evento di San Pancrazio dedicato alla difesa da furti e truffe in casa

//Successo e partecipazione all’evento di San Pancrazio dedicato alla difesa da furti e truffe in casa

Da qualche anno a questa parte, purtroppo, il problema dei furti in casa e delle truffe al danno di ignari cittadini perpetrate all’interno delle mura domestiche sono sotto gli occhi di tutti. E chi, meglio degli esperti che ogni giorno lavorano al servizio della pubblica sicurezza e nel settore delle tecnologie di difesa per le abitazioni, può dare consigli utili su come difendersi da questi dilaganti fenomeni?

Locandina dell'evento di San Pancrazio dedicato alla sicurezzaA San Pancrazio, quartiere situato nella zona occidentale di Parma, lo scorso giugno si è svolto un importante evento aperto alla cittadinanza al quale hanno partecipato Marco Ferrarini, titolare dell’azienda Ferrarini Blindature che con i suoi efficienti sistemi di sicurezza opera al servizio dei parmigiani e della loro tranquillità domestica dal 1978, e Massimo Bax, ex vice-questore della città ducale che in quarant’anni di carriera è sempre stato in prima linea nel settore dell’ordine pubblico.

Porte, finestre e balconi sono i punti più vulnerabili delle case ed è necessario che ogni ingresso sia protetto da adeguati presidi di sicurezza. A questo proposito, nel suo intervento Marco Ferrarini ha ricordato che è importante dotare l’abitazione di porte blindate che resistano ai tentativi di effrazione da parte dei malviventi, o che comunque siano in grado di opporsi ad esse per un tempo sufficiente per fare in modo che, sentendosi alle strette, il ladro preferisca desistere e rinunciare al colpo.

Marco Ferrarini e Massimo BaxNon corrispondono certo a questa descrizione le porte con “vecchia” serratura a doppia mappa, che possono essere aperte in pochi istanti con un semplice ferretto ricurvo e un po’ di manualità, o addirittura usando il temibile “grimaldello bulgaro” che funziona come un passepartout. Serrature come il moderno Cilindro Europeo, preferibilmente corazzato e antibumping, sono invece caratterizzate da una elevatissima resistenza e la buona notizia è che, rivolgendosi a un’azienda specializzata, si potrà mantenere la porta blindata di cui si è già in possesso effettuando la sostituzione della sola serratura.

A proposito di sostituzioni: bisogna rimpiazzare le comuni tapparelle in plastica, facilmente tagliabili con un cutter, con alternative blindate in acciaio ricordandosi anche di optare per solide inferriate di acciaio ad elevato contenuto di carbonio per la difesa di finestre e portefinestre vulnerabili.

Anche la migliore delle porte blindate, tuttavia, non può fare proprio nulla a tutela della sicurezza se è il proprietario che la apre o tiene aperta quando invece non dovrebbe. Vale quindi sempre la regola della massima prudenza e diffidenza dagli sconosciuti, come ricordato da Massimo Bax: mai aprire la porta ai sedicenti tecnici del gas o della luce capitati all’improvviso (i gestori avvisano sempre con debito anticipo l’arrivo a domicilio dei propri incaricati), dubitare dei soggetti vestiti da poliziotti e dei carabinieri che con ogni scusa vogliono entrare in casa, non fare entrare persone che chiedono donazioni, vogliono vendere porta a porta chissà quale mercanzia o chiedono anche solo un bicchiere d’acqua. Purtroppo tutti questi sono casi a rischio perché, dietro a richieste apparentemente innocue, si nascondono malviventi senza scrupoli che purtroppo riescono spesso ad affabulare gli anziani e le persone più vulnerabili.

Porta blindata sempre ben chiusa a doppia mandata, quindi, e in caso di persone “sospette” avvistate nelle vicinanze il consiglio di Bax è quello di rivolgersi immediatamente alle forze dell’ordine chiamando il 112 o 113.

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

Chiamaci

Per informazioni o preventivi
(lun – ven: 8.30 – 12.30 / 14.00 – 18.00)

telefono_icon 0521.994054 / 0521.994055

Numero Verde servizio Post-Vendita ed Assistenza 24/24

numero_verde

Scrivici

Ho letto e accetto la privacy policy *